SINTESI-TerniEnergia, netto oltre 3 mln in 2009, punta ad Atene

lunedì 30 novembre 2009 14:03
 

(Riscrive, aggiunge dichiarazioni, dettagli da conferenza stampa)

* Payout ratio 2009 fra 40% e 45%

* Allo STAR in sem2 2010

MILANO, 30 novembre (Reuters) - TerniEnergia (TRNI.MI: Quotazione), forte di una stima di utile netto superiore ai 3 milioni di euro nel 2009, in anticipo rispetto al piano di quest'anno e al 2010, distribuirà il primo dividendo della sua breve storia, con un payout ratio (percentuale dell'utile netto) fra il 40 e il 45%. Il gruppo, attivo nell'installazione di pannelli fotovoltaici, intende anche espandersi all'estero e parteciperà alla gara per l'installazione di pannelli da 8 megawatt all'aeroporto di Atene.

"La società sta conseguendo un utile che prevedevamo di raggiungere nel 2009 e nel 2010. Contiamo di chiudere il 2009 con un netto superiore ai 3 milioni e quindi distribuiremo un dividendo", ha spiegato Stefano Neri, presidente e AD.

Il gruppo, che entro l'anno avrà capacità installata di circa 40 megawatt - di cui 21,9 realizzati quest'anno, in gran parte attraverso joint venture paritetiche con colossi del calibro di Edf (EDF.PA: Quotazione) - è al centro di un grosso sviluppo del proprio business, grazie al boom dei pannelli solari.

La regione di punta è la Puglia che può vantare la percentuale maggiore in Italia di installazione di pannelli, ma dove si è anche raggiunta una certa saturazione del mercato, come ha sottolineato Paolo Ricci, consigliere esecutivo del board. "In Puglia c'è un grosso boom, ma anche difficoltà nell'agganciarsi alla rete a seguito di alcune forme di speculazione".

A oggi, In Italia, la provenienza di energia da fonti rinnovabili si aggira intorno al 16,5% a fronte dell'obiettivo del 22% fissato al 2010 nel mix produttivo. "Quindi c'è un gap del 5% da colmare soprattutto con l'eolico e con il fotovoltaico, visto che l'idroelettrico e il geotermico sono saturi", ha aggiunto Ricci.   Continua...