Banche, nessuna sorpresa da stime sofferenze - Passera

venerdì 27 novembre 2009 12:51
 

PADOVA, 27 novembre (Reuters) - L'AD di Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) Corrado Passera non è sorpreso dalle stime dell'Abi sull'evoluzione delle sofferenze bancarie per fine anno e la prima parte del prossimo.

"Sul tema delle sofferenze siamo nell'ambito di quello che ci aspettavamo. Naturalmente sono cifre molto importanti, come ha detto il presidente dell'Abi e come abbiamo detto noi in varie occasioni", ha detto a margine di un evento a Padova.

Qualche giorno fa il presidente dell'Abi Corrado Faissola ha stimato in circa 20 miliardi le perdite su crediti delle banche in Italia a fine anno. Il direttore generale Giovanni Sabatini ha poi dichiarato che le sofferenze dovrebbero continuare a crescere per tutta la prima parte del 2010.

"Sicuramente quest'anno ma anche l'anno prossimo l'impatto sui bilanci bancari del costo del credito non buono sarà molto elevato. Per quanto ci riguarda si sta realizzando quello che ci aspettavamo, ma ciò non toglie che siano cose impegnative da sopportare", ha aggiunto Passera. Sulla valorizzazione di Banca Fideuram, asset nella lista di quelli cedibili, "non c'è nulla di nuovo da dire", ha dichiarato.

"Da sempre pensiamo che Fideuram abbia una sua logica collocazione in borsa, però normalmente valutiamo tutte le possibilità", ha aggiunto.

((via redazione Milano, +39 02 66.129.503; RM: gianluca.semeraro.reuters.com@reuters.net; email: gianluca.semeraro@thomsonreuters.com))

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Top news anche su www.twitter.com/reuters_italia