El.En. vede trim4 positivo, prudenza su M&A ma occhi aperti

giovedì 26 novembre 2009 15:11
 

MILANO, 26 novembre (Reuters) - El.En. (ELEN.MI: Quotazione) conta di tornare all'utile operativo nel quarto trimestre, escludendo la controllata Cynosure (CYNO.O: Quotazione), e punta sulla crescita endogenea, sebbene il calo delle valutazioni dei concorrenti inviti a tenere gli occhi aperti.

E' quanto ha detto Andrea Cangioli, amministratore delegato e azionista di peso (con il 13,4% del capitale) del gruppo attivo nei sistemi laser.

Presentando i risultati dei primi nove mesi del 2009 - chiusi con un calo del 35,3% dei ricavi, un Ebitda negativo per 4,022 milioni e una perdita prima delle imposte di 10,434 milioni - Cangioli si è detto fiducioso sul "ritorno alla generazione di reddito nel quarto trimestre", un risultato operativo positivo (al netto di Cynosure) "tale da annullare le perdite degli altri tre trimestri".

L'Ad del gruppo di Calenzano (Firenze) ha sottolineato che "ci sono segnali macroeconomici positivi", ma "la manifestazione pratica (di questi segnali) non ci fa essere troppo ottimisti". Più in dettaglio, guardando al 2010, "non ci sono motivi per pensare che la situazione peggiori ulteriormente, ma neanche si può pensare ad un ritorno ai livelli del 2008".

La risposta di El.En. alla crisi, che "ci ha colpito", è "puntare sull'innovazione. Abbiamo reagito rilanciando o confermando gli investimenti", ha spiegato Cangioli. Per esempio, l'impianto industriale aperto in Brasile ha fornito "un risultato negativo, ma ci sono prospettive interessanti, che si manifesteranno già nel quarto trimestre". Il manager si attende un contributo al rilancio importante anche dalla Cina.

Dal punto di vista strategico, la società toscana ha confermato l'intenzione di muoversi sulle due gambe del business, medicale/estetico e industriale. In particolare, "continueremo ad investire nell'industriale, perché ora siamo piccoli e possiamo conquistare quote di mercato. Nel settore industriale, gli investimenti avranno un ritorno in futuro". Va ricordato che in questo segmento opera la quotata Prima Industrie (PRII.MI: Quotazione).

In generale, "la visibilità sul quarto trimestre è positiva". Al netto di Cynosure, in forza dei tagli di costi effettuati nel corso di quest'anno, "nel 2010 il livello di break-even si colloca a 25 milioni di fatturato per trimestre".

El.En. conferma la politica di cautela riguardo all'attività di M&A. "Le operazioni di fusione sono piuttosto rischiose", ha affermato Cangioli, ricordando che, nel settore medicale/estetico, Syneron Medical (ELOS.O: Quotazione) ha acquisito Candela Corp CLZR.O, dando vita al numero uno dell'industria.

"Siamo un gruppo con liquidità e ci sono opportunità di consolidamento del mercato", ha ammesso l'Ad. "Ma il fatto che certe operazioni siano disponibili a miglior prezzo, non cambia il nostro atteggiamento, che privilegia la rilevanza strategica (di un'acquisizione)". Dunque, "per il momento, pur tenendo gli occhi aperti, non abbiamo avuto a disposizione dossier sufficientemente interessanti. Guardiamo alle possibilità di crescita endogenee, creando delle forze al nostro interno piuttosto che andare ad unire debolezze".   Continua...