19 febbraio 2013 / 15:22 / tra 5 anni

Ansaldo Energia, Siemens: no offerta vincolante, interessa gas

MONACO/MILANO/ROMA (Reuters) - Siemens è interessata solo alle turbine a gas e a vapore di Ansaldo Energia, controllata di Finmeccanica, ma al momento non ha presentato alcuna offerta vincolante.

Lo riferisce a Reuters una fonte vicina alla società tedesca, precisando che non esiste invece alcun interesse per il business nucleare e solare di Ansaldo. Siemens non ha commentato la notizia.

Oggi il Sole 24 Ore ha scritto che venerdì scorso Siemens e la società coreana Doosan Heavy Industries & Construction Co Ltd hanno presentato delle offerte vincolanti; la valutazione di quella di Siemens, secondo il quotidiano, sarebbe di poco inferiore a 1,3 miliardi di euro. Si sarebbe invece ritirata dalla corsa, sempre secondo il Sole, Samsung [SAGR.UL], che non avrebbe quindi avanzato alcuna proposta.

“Il portafoglio ordini delle attività gas di Ansaldo è piuttosto interessante. In termini di tecnologia non c‘è invece nulla che Siemens possa imparare da loro”, ha riferito la fonte.

Un portavoce di Doosan non ha voluto commentare le indiscrezioni stampa mentre non è ancora stato possibile avere un commento da Samsung.

Una fonte vicina all‘operazione ha precisato a Reuters che “non c‘è nessun ritardo, nessun rinvio [dell‘operazione di vendita]. Tutto procede come prima”.

In una comunicazione al mercato della scorsa settimana, Samsung e Doosan avevano detto di valutare offerte per Ansaldo. [ID:nL5N0BF2TB].

Il Fondo strategico italiano (Fsi) controllato da Cdp continua ad essere attento alla vicenda, secondo quanto detto da Giovanni Gorno Tempini, amministratore delegato di Cdp.

“Continuiamo a essere molto attenti alle scelte che Finmeccanica e il suo nuovo management faranno. Le condizioni a cui il Fondo può intervenire sono note. Attendiamo che l‘azienda faccia le sue valutazioni e, se potremo continuare ad avere un ruolo, saremo pronti a farlo”, ha detto.

Nell‘autunno scorso Fsi ha siglato oggi un memorandum di intesa con il Gruppo Energia Brescia (coordinato dal Gruppo Camozzi), il Gruppo Acciaierie Venete e l‘imprenditore Davide Usbertiun “finalizzato ad un possibile investimento di minoranza significativa in Ansaldo Energia”.

L‘offerta non è apparsa rispondente agli interessi di Finmeccanica, che guarda a una cessione totale, vincolata anche da un patto con il socio di minoranza, il fondo americano First Reserve, che ha il 45% di Ansaldo Energia, contro il 55% di Finmeccanica.

Il 23 gennaio scorso il cda di Finmeccanica, secondo quanto riferito da fonti, avrebbe fatto il punto sulla cessione.

Le stesse fonti avevano riferito che ai tempi del cda figuravano ancora interessate ad acquisire la società energetica tre società: Siemens, Doosan e Samsung con un consorzio formato da quattro società del gruppo.

(hanno contribuito Stephen Jewkes da Milano, Jens Hack da Monaco, Alberto Sisto da Roma)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below