28 gennaio 2013 / 14:53 / tra 5 anni

Pop Spoleto, cordata umbra studia acquisto controllo, Opa

MILANO (Reuters) - Una cordata di investitori istituzionali e imprenditori, in prevalenza umbri, sta studiano un‘operazione per rilevare il pacchetto di controllo di Pop Spoleto e poi lanciare un‘Opa sul capitale rimanente a 2,10 euro per azione.

A rivelare il piano dopo le indiscrezioni stampa è Clitumnus Srl, società neocostituita e presieduta da Francesco Carbonetti, aperta alla partecipazione di una cordata di investitori locali che definisce l‘operazione “amichevole, in quanto ha l‘obiettivo di salvaguardare l‘autonomia della banca, la sua sede e direzione generale in Spoleto, il suo radicamento territoriale e tutti i posti di lavoro”.

In una nota la newco spiega che l‘operazione è stata illustrata a Banca IMI, adviser finanziario di Spoleto Crediti e Servizi (Scs), titolare del 51% circa del capitale della banca.

In particolare, il piano allo studio prevede l‘acquisto del pacchetto di maggioranza a 2,10 euro per azione e una successiva Opa totalitaria allo stesso prezzo.

Il prezzo proposto valorizza la banca 62,5 milioni di euro a fronte di una capitalizzazione di borsa alle quotazioni di venerdì pari a 82 milioni di euro.

L‘offerta risulta a sconto rispetto alla quotazione di venerdì a 2,72 euro che però risente degli recenti movimenti speculativi che hanno portato il titolo dell‘istituto a raggiungere i 3,15 euro lo scorso 18 gennaio, i massimi da venti mesi circa.

Anche nella seduta odierna il titolo ha chiuso sopra il prezzo dell‘eventuale Opa, registrando un rialzo del 4,41% 2,84 euro.

PIANO INCLUDE AUMENTO DI CAPITALE

La proposta avanzata da Clitumnus comprende inoltre la ricapitalizzazione della banca “nella misura che risulterà necessaria dopo gli accertamenti ispettivi della Banca d‘Italia”.

Pop Spoleto è da tempo sotto stretto monitoraggio da parte della Vigilanza che ha portato a un riassetto della governance (e all‘uscita di scena due anni fa dell‘ex presidente Giovannino Antonini) e a evidenziare la necessità di un rafforzamento patrimoniale dell‘istituto finito inoltre sotto il mirino della Procura.

In concomitanza all‘aumento di capitale il piano svelato oggi prevede l‘emissione gratuita di warrant esercitabili per sottoscrivere azioni di risparmio di nuova emissione.

Clitumnus prevede di trasferire gratuitamente i warrant a Scs e agli altri azionisti che avranno aderito all‘Opa che così “potranno partecipare, se lo desiderano, allo sviluppo e all‘apprezzamento della banca”.

Tra gli azionisti, Mps, socio di minoranza con il 26% circa, ha già messo in vendita la propria quota dopo che lo scorso fine luglio ha disdetto il patto parasociale con Scs facendo scattare l‘obbligo da parte di quest‘ultima a rilevare la quota di Rocca Salimbeni entro sei mesi o di trovare un altro compratore.

L‘opzione scadeva ieri ma secondo indiscrezioni stampa sarebbe stata prolungata di cinque settimane. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below