23 gennaio 2013 / 08:29 / 5 anni fa

Borsa Milano chiude negativa con banche, Mps cede oltre 8%

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia la seduta in territorio negativo, penalizzata da una diffusa debolezza dei titoli bancari anche oggi guidati dal tonfo di Mps.

Trader a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

“Le banche scendono sulla scia di Montepaschi. Nelle ultime sedute il comparto italiano aveva performato meglio di quello europeo e ora sono partiti i realizzi”, nota un analista.

In generale le borse europee si sono mosse in range stretto, in un clima di cautela per la stagione dei risultati trimestrali nel vecchio continente, che sta offrendo spunti contrastanti.

L‘indice FTSE Mib chiude in calo dello 0,77% e l‘AllShare dello 0,68%. Volumi nel finale per un controvalore di circa 2,5 miliardi di euro.

In Europa il benchmark FTSEurofirst sale dello 0,2%mentre a Wall Street gli indici sono contrastati.

* MPS è anche oggi fanalino di coda dell‘indice principale (-8,4% con scambi oltre il doppio della media) dopo lo scossone di ieri provocato dalla notizia di un‘operazione strutturata che potrebbe portare forti perdite in bilancio. “E’ fondamentale che il management faccia chiarezza in modo esaustivo e in tempi rapidi sull‘esposizione ai derivati e sulle perdite potenziali che possono scaturire da tali posizioni, per eliminare ogni dubbio degli investitori e togliere spazio alla speculazione e alle ipotesi più fantasiose”, commenta ICBPI in una nota.

* Vanno generalmente male anche le altre banche, in un settore che a livello europeo perde lo 0,8%. I ribassi superano i quattro punti percentuali per UBI e BANCO POPOLARE

* Lascia sul terreno più del 3% FINMECCANICA dopo il balzo di ieri, mentre sembrano raffreddarsi le speranze di una vendita imminente della controllata Ansaldo Energia.

* Ben comprata AUTOGRILL, che sale dell‘1,6% spinta dalle indiscrezioni stampa su una possibile accelerazione dello spin-off delle attività duty free da quelle food & beverage. “Crediamo che l‘operazione sia probabile/possibile e che sarebbe un catalyst positivo per il titolo”, spiega Equita nella sua nota quotidiana.

* Arretra dell‘1,5% ENEL GREEN POWER dopo il rally della vigilia. Exane Bnp Paribas ha riavviato la copertura con ‘underperform’.

* La smentita di ieri sulle operazioni straordinarie impatta negativamente su CAMFIN, in ribasso di oltre il 7% dopo due giorni di forti rialzi sulle indiscrezioni di stampa che parlavano di un‘Opa sulla holding.

* Realizzi sulla galassia UNIPOL-FONSAI dopo il rally delle ultime sedute. PREMAFIN lascia sul terreno il 7,5%.

* Tra i minori, ROSSS guadagna l‘1,6% dopo la notizia di ordini per altri 2 milioni di euro relativi a uno scaffale antisismico brevettato per il settore caseario.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below