17 dicembre 2012 / 14:05 / 5 anni fa

Pirelli, due soci per MTP Sapa che guarda a trading materie prime

Il presidente della Pirelli Marco Tronchetti Provera, Monza 8 settembre 2012.Giorgio Perottino

MILANO (Reuters) - Marco Tronchetti Provera inizia l'attività nel business del trading delle materie prime e fa entrare due nuovi soci nella cassaforte di famiglia a capo della catena di controllo. L'accordo lascia irrisolto lo scontro aperto nella galassia Pirelli con i Malacalza e ma non ne pregiudica il controllo.

Entrano nel capitale Rottapharm/Madaus - multinazione farmaceutica interamente posseduta da Lucio e Luca Rovati - e l'imprenditore romano Sigieri Diaz della Vittoria Pallavicini con quote rispettivamente del 25% e del 3%, in seguito a un aumento di capitale riservato per 40 milioni di euro.

Una fonte vicina alla vicenda dice che le trattative di Tronchetti Provera con potenziali nuovi soci, Investindustrial e Clessidra, proseguono per GPI e Camfin.

A questo livello la situazione diventa però più complessa, considerato che la struttura azionaria delle società è oggetto di contenzioso. La famiglia Malacalza a fine ottobre ha contestato a Gpi e MTP Sapa il mancato rispetto dei patti parasociali e ha chiesto l'esecuzione dell'accordo che prevede il trasferimento in proprio favore di un compendio patrimoniale di Gpi, che includa una quota del 13% di Camfin.

La partecipazione dei Malacalza in Camfin è attualmente al 12%.

La nuova liquidità per la MTP sarà comunque utile anche per affrontare la delega per l'aumento di capitale da 45 milioni di euro della controllata Gpi.

Con questa operazione il 72% della holding rimane a Mgpm, che fa capo alla famiglia Tronchetti Provera.

Il patto parasociale che verrà siglato dalle parti avrà una durata di tre anni e non mette in discussione il "controllo solitario attualmente esercitato da Marco Tronchetti Provera su MTP SpA e sulle società dalla stessa direttamente e indirettamente controllate, né sulla gestione ordinaria di tali società", dice la nota.

La famiglia Malacalza, secondo azionista del gruppo Pirelli, ha ribadito nelle scorse settimane la sua contrarietà alla strategia portata avanti da Tronchetti Provera e ha detto che non intende uscire dall'azionariato.

INTESA IN MTP SAPA, CON JV CINESE PER MATERIE PRIME

L'operazione annuncita oggi tiene conto della valorizzazione del progetto avviato da Donizetti Trading, controllata da MTP, nel settore della gomma naturale con Jihua Group, gruppo cinese operante nelle materie prime quotato a Shangai, che rappresenta un conglomerato attivo in diversi settori: dalla manifattura di prodotti tessili e di gomma, alla farmaceutica.

L'intesa, che sarà operativa a partire dal prossimo gennaio, prevede la creazione di una joint venture cinese - di cui Donizetti Trading deterrà il 49% - per il trading sulla gomma naturale prodotta da Jihua, attiva dapprima in Cina e, in prospettiva, sul piano internazionale.

IMMUTATA SITUAZIONE CON FAMIGLIA MALACALZA

L'accordo, almeno da quanto comunicato ufficialmente, non sembra toccare l'assetto del gruppo Pirelli.

Pirelli ha confermato nei mesi scorsi trattative con Investindustrial e Clessidra, che secondo alcune fonti e secondo le dichiarazioni dei protagonisti prevedeva un loro ingresso ai "piani alti" del gruppo.

Altre fonti a pochi giorni dalla scadenza del 15 dicembre per i colloqui in esclusiva, avevano detto a Reuters che rimaneva irrisolta la questione della way-out dei fondi che chiedevano nell'ipotesi di ingresso in MTP Sapa, una sorta di put che avrebbe consentito ai fondi di liquidare il loro investimento nel giro di un paio d'anni.

In alternativa Tronchetti avrebbe dovuto realizzare una riorganizzazione del gruppo che avrebbe consentito loro di tramutare la partecipazione in azioni di una società quotata, preferibilmente Pirelli. L'operazione avrebbe reso necessario un accorciamento della catena di controllo, con forte diluizione di tutti i protagonisti, Tronchetti compreso.

Questi problemi saltano con i nuovi soci e con la MTP Sapa, che si sta trasformando in MTP Spa, che si dota di un'attività operativa estranea al gruppo Pirelli, cioè la Donizzetti Trading che si occuperà di materie prime.

(Stefano Rebaudo)

(Redazione Milano,reutersitaly@thomsonreuters.com,+39 02 66129431, Reuters messaging: stefano.rebaudo.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

�ž

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below