28 novembre 2012 / 08:40 / 5 anni fa

Borsa Milano chiude sopra minimi, scivola Banco Popolare, bene Pirelli

Un trader durante una seduta di borsa. REUTERS/Brendan McDermid

MILANO (Reuters) - Gli indici milanesi chiudono in calo una seduta debole, caratterizzata dai volumi contenuti e dalle prese di profitto, con un miglioramento sul finale di seduta in scia alle parole dello speaker del Congresso John Boehner sulla possibilità di evitare il cosiddetto ‘fiscal cliff’.

A pesare su Piazza Affari, migliore solo di Madrid in Europa, sono le performance negative del comparto bancario, all‘indomani del taglio delle stime di crescita 2013 da parte dell‘Ocse. Dalle sale operative riferiscono che la revisione potrebbe aver aumentato le preoccupazioni del mercato sul deterioramento della qualità del credito delle banche.

“Oggi comunque non ci sono notizie macro di rilievo che impattano sull‘azionario” ammette un trader.

“I volumi sono scarsissimi, in parte perché ci stiamo lentamente indirizzando verso la fine anno. In generale ho l‘impressione che tutti siano alla finestra in attesa di capire cosa faranno gli altri” aggiunge.

Non ha avuto effetto mitigante sulla borsa il tono più disteso dell‘obbligazionario, con il rendimento del Btp decennale in calo ai minimi da giugno dell‘anno scorso.

“Oggi c‘è la buona notizia del rendimento del decennale che torna ai livelli di giugno 2011, ma sulla borsa non si sente”, commenta un altro dealer.

L‘indice FTSE Mib termina la seduta in ribasso dello 0,17% mentre l‘Allshare cede lo 0,11%. I volumi raggiungono un miliardo di euro circa.

Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 avanza dello 0,15% mentre Wall Street prosegue mista.

* Venduto il comparto delle banche con le big INTESA SANPAOLO e UNICREDIT in discesa dello 0,87% e dell‘1,77%. Recupera sul finale BP MILANO, positiva come UBI.

Giornata nera per BANCO POPOLARE che chiude con un -4,06% dopo che ieri sera Moody’s ha posto in revisione i rating per un possibile downgrade.

In lettera anche MPS con un calo del 2,18%. Il Cda ha dato il via libera all‘emissione dei cosiddetti Monti bond fino a 3,9 miliardi, valore superiore di 500 milioni rispetto a quanto precedentemente comunicato.

* Sul fronte opposto PIRELLI sale del 2,2%. “Oggi non vedo novità, ieri c‘erano indicazioni positive riguardo al mese di ottobre”, dice un trader con riferimento ai dati sulle tendenze di mercato del mese scorso forniti da Pirelli, che gli analisti hanno valutato favorevolmente. “Va bene tutto il settore in Europa, ‘tirano’ le gomme oggi” osserva un altro trader.

* Positiva anche AUTOGRILL che recupera dai forti ribassi che hanno interessato il titolo a novembre, portandolo fino al supporto di 7,3 euro a inizio settimana.

* LUXOTTICA sale dello 0,35% dopo la la notizia dell‘accordo che porterà la società a detenere una partecipazione del 36% di Salmoiraghi & Viganò per un controvalore complessivo di 45 milioni di euro. “Visto che Luxottica acquista solo una quota di minoranza del 36% l‘operazione non avrà impatto sulle nostre stime per quest‘anno e il prossimo”, commenta un broker.

* Qualche acquisto continua a premiare titoli del lusso come TOD‘S e FERRAGAMO. “Sono quelli che ci contraddistinguono, sono le storie che salvano il nostro indice”, commenta un operatore.

* TELECOM ITALIA chiude in denaro, dopo il netto calo di ieri sulle dichiarazioni di Naguib Sawiris, che hanno di fatto chiuso, almeno per l‘immediato futuro, l‘ipotesi di un suo ingresso nel capitale, dicono i trader.

* In progresso ENI, promossa da Morgan Stanley a “overweight” da “equal weight”.

* Dopo una giornata sugli scudi, vira in negativo EUKEDOS (-3,15%). L‘AD Carlo Iuculano ha presentato oggi il piano industriale del gruppo che punta a rilanciarne la marginalità e a risanare i conti entro la fine del 2016.

* Riprende la sua corsa, dopo lo stop di ieri, ANTICHI PELLETTIERI con un balzo del 4,84%. Il titolo è in volata da una settimana, dopo l‘annuncio di un‘intesa di massima raggiunta con le banche per la ristrutturazione del debito. Rispetto alla chiusura del 20 novembre le azioni hanno quasi triplicato il loro valore.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below