Cina, Fmi alza stima crescita Pil 2017 a 6,7%

mercoledì 14 giugno 2017 10:14
 

PECHINO (Reuters) - Il fondo monetario internazionale (Fmi) ha alzato la stima sulla crescita economica della Cina per quest'anno, portandola al 6,7%.

Il fondo aveva già rivisto al 6,6% la previsione nell'aprile scorso.

Nel primo trimestre il Pil di Pechino è cresciuto del 6,9%, superando le attese. Per quanto riguarda l'intero anno, il governo cinese ha una stima di aumento del 6,5%.

Il Fmi ora prevede per il triennio 2018-2020 una crescita media del 6,4%; per l'anno prossimo la previsione è pari al 6,2%.

Nonostante il miglioramento delle stime, il fondo raccomanda alla Cina di accelerare le riforme per rendere più sostenibile la crescita e suggerisce di adottare una politica monetaria meno accomodante. Secondo il Fmi, inoltre, Pechino dovrebbe compiere progressi nel processo per rendere più flessibile il tasso di cambio.

Parlando con i giornalisti, David Lipton, vice direttore generale del Fmi, ha detto che la Cina dovrebbe ridurre il flusso di credito e destinare maggiore liquidità all'economia reale.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia