Borsa Milano chiude positiva con Europa, Ubi balza del 3,5%

venerdì 9 giugno 2017 17:52
 

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia la seduta in moderato rialzo, tra borse europee che non si sono lasciate spaventare dal risultato del voto in Gran Bretagna, dove i Conservatori hanno perso la maggioranza assoluta in Parlamento.

La premier Theresa May oggi ha annunciato che darà vita a un nuovo governo in grado di offrire certezza e guidare il Regno Unito nei colloqui con l'Unione europea per garantire un accordo soddisfacente sulla Brexit.

La piazza di Londra in particolare è stata ben sostenuta (+1%), con il calo della sterlina che ha dato slancio a molte delle blue chip britanniche, in gran parte multinazionali che guadagnano soprattutto in valuta estera.

L'indice FTSE Mib chiude con un progresso dello 0,38% e l'All Share guadagna lo 0,29%, mentre lo Star perde lo 0,34%. Volumi nel finale per un controvalore di circa 2,5 miliardi di euro.

In Europa lo Stoxx 600 sale dello 0,3% e anche a Wall Street gli indici sono leggermente positivi.

Le banche, in altalena durante la seduta, tornano a rafforzarsi nel finale, con l'indice di settore in rialzo dello 0,7% a fronte di +0,6% del comparto europeo.

Brilla in particolare UBI, che guadagna il 3,5% dopo la promozione a 'buy' da parte di Equita per i benefici attesi dall'acquisizione delle tre good bank che, secondo il broker, sono sottostimati dal mercato e non ancora pienamente incorporati nei prezzi del titolo. Lunedì parte l'aumento di capitale da 400 milioni.

Bene anche BANCO BPM che sale del 2,7%.

CAMPARI è nelle retrovie del listino principale con un ribasso del 2,2%. Secondo una fonte, un investitore di cui non si conosce il nome ha ceduto, attraverso una procedura di accelerated book building, 23 milioni di azioni Campari, pari all'1,95% del capitale, a 6,10 euro per azione.   Continua...

 
Un trader di UniCredit alla sua postazione di lavoro a Milano.  Foto del 13 giugno 2013. REUTERS/Alessandro Garofalo