Qatar, Bortoni: diversificare fonti energia per affrontare rischi geopolitici

mercoledì 7 giugno 2017 11:17
 

MILANO (Reuters) - Per fare fronte ai rischi geopolitici e alle tensioni in Medioriente, come lo stop alle relazioni diplomatiche con il Qatar da parte di sei Paesi arabi, l'unica risposta dell'Italia e dell'Europa è la diversificazione delle fonti di approvvigionamento di energia. 

É quanto ha detto il presidente dell'Autorità per l'Energia, Paolo Bortoni, a margine del Festival dell'energia in corso a Milano.

"Per quanto riguarda l'energia queste ultime tensioni non fanno altro che dimostrare che la solita ricetta di sempre è importante, una ricetta fatta di tre punti: diversificare, diversificare, diversificare perché questo è l'unico modo per gestire i rischi geopolitici e anche di approvvigionamenti energetici che ogni tanto saltano fuori", spiega Bortoni.

Che poi aggiunge: "Quindi se noi abbiamo un approvvigionamento diversificato noi come Europa risolviamo anche queste cose". 

Il Qatar è uno dei principali produttori di gas al mondo e rifornisce il rigassificatore di Rovigo, di cui detiene il 22% del capitale attraverso la Qatar Terminal Company Limited, in grado di coprire circa il 10% del fabbisogno nazionale di gas naturale l'anno pari a 8 miliardi di metri cubi. 

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia