Borse Europa deboli con banche, giù anche energia

lunedì 5 giugno 2017 12:58
 

MILANO, 5 giugno (Reuters) - L'azionario europeo è debole a metà seduta, appesantito dalle banche, con il tonfo della spagnola Banco Popular, e dai titoli dell'energia che pure questa mattina erano partiti bene.

** Alle 12,35 italiane il paneuropeo STOXX 600 segna -0,15%, mentre Londra, che ha toccato nuovi massimi venerdì, cede lo 0,3%. Francoforte oggi è chiusa.

** L'attentato avvenuto nella capitale inglese a pochi giorni dalle elezioni non ha avuto grosso impatto sul mercato, mentre le tensioni geopolitiche in Medioriente hanno fatto salire i titoli legati al greggio e all'energia.

** I prezzi del petrolio sono saliti dell'1%, per poi ripiegare, sulla notizia che l'Arabia saudita e altri stati arabi hanno rotto i rapporti con il Qatar, accusandolo di sostenere il terrorismo. ** BP e Royal Dutch Shell sono in leggero rialzo mentre Eni cede lo 0,3% e Total lo 0,2.

** Miste le società in cui il Qatar detiene quote. Glencore segna -1,5% mentre Shell sale. Iberdrola, Barclays bank e Vinci sono appena in territorio negativo.

** La festività in Germania oggi ed in altri Paesi europei riduce l'ammontare degli scambi.

** Le banche sono il comparto in maggiore sofferenza, con Banco Popular che crolla fino al 18% su nuovi minimi record tra i timori di un default se non troverà un compratore.. Gli investitori non si sono curati delle rassicurazioni sullo stato di salute dell'istituto giunte venerdì dal suo presidente, Emilio Saracho. ** Banco Santander perde circa l'1%. ** Alcuni titoli legati al turismo sono sotto pressione dopo il nuovo attacco a Londra, sabato. Easyjet perde quasi il 2%, Merlin, che detiene attrazioni turistiche come il museo delle cere Madame Tussaud a Londra, è in calo dell'l'1,6%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Operatori a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid