Borsa Milano chiude in calo, Mediaset perde 3,5%, in rialzo Brembo

lunedì 5 giugno 2017 18:08
 

MILANO (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in calo di circa un punto percentuale, zavorrata dai titoli finanziari, in una seduta dai volumi contenuti.

Sul mercato prevale la cautela in attesa di alcuni eventi importanti, come le elezioni in Gran Bretagna, dopo l'ultimo attacco che ha colpito Londra nel weekend, e la riunione della Bce.

La borsa milanese è andata peggio rispetto alle altre piazze europee, pur negative.

L'indice FTSE Mib ha chiuso in ribasso dello 0,99%, l'Allshare ha perso lo 0,95%, lo Star lo 0,7%. Volumi per un controvalore di 1,6 miliardi di euro.

In Europa lo STOXX 600 segna -0,15%.

MEDIASET è stata il peggior titolo del listino principale, con un calo del 3,51%. Secondo indiscrezioni, riprese dai broker, Vivendi ha intenzione di proporre all'AgCom di congelare i diritti di voto sopra il 10%.

Deboli i bancari, in controtendenza rispetto all'Europa. L'indice di settore dei bancari italiani ha perso l'1,43%, mentre il comparto a livello europeo segna +0,09%. Un operatore cita il rischio politico, alla luce della possibilità di elezioni anticipate.

Deboli i titoli energetici dopo che l'Arabia Saudita e altri paesi arabi hanno tagliato le relazioni con il Qatar, per il presunto sostegno ai fondamentalisti islamici e all'Iran. ENI ha lasciato sul terreno lo 0,64% e SAIPEM il 2,18%.   Continua...

 
Operatori a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid