Borse Europa positive, giù energetici dopo Trump, Dax e Ftse a nuovi massimi

venerdì 2 giugno 2017 14:15
 

LONDRA, 2 giugno (Reuters) - Le borse europee sono in rialzo, con una serie di dati economici positivi che hanno spinto gli indici benchmark tedesco e britannico a nuovi massimi, mentre ha il segno meno il settore degli energetici dopo l'uscita degli Stati Uniti dall'Accordo sul clima di Parigi.

L'indice paneuropeo STOXX 600 alle 12,25 italiane sale dello 0,65% a 394,2 punti.

Per quanto riguarda le singole piazze, l'indice tedesco DAX avanza dell'1,41%, il britannico FTSE 100 dello 0,28% dopo avere toccato +0,4%, il francese CAC 40 guadagna lo 0,93%.

I dati Usa su occupazione nel settore privato e manifattura hanno contribuito al rialzo.

I volumi dell'M&A, che è stato un forte volano per il rialzo dell'azionario, sono in aumento del 37% sullo stesso periodo dello scorso anno, a 361 miliardi di dollari fino a questo momento, secondo dati Reuters.

Il settore migliore è quello auto (+1,9%), che contribuisce al rialzo del DAX in cui hanno un peso rilevante i produttori di autoveicoli. I titoli Daimler, BMW e Volkswagen salgono tra il 2,07% e il 2,36%, nonostante un calo delle vendite mensili di auto negli Usa.

Bene anche le banche (+1,44%).

Linde sale dell'1,73% dopo aver chiuso un accordo di fusione da 73 miliardi di dollari con la statunitense Praxair per dar vita a una società leader nel settore dei gas industriali.

Il comparto peggiore è quello energetico, che include società dell'oil&gas ma anche del settore rinnovabili: perde lo 0,71% dopo che ieri il presidente Donald Trump ha annunciato il ritiro degli Usa dagli accordi sul clima.   Continua...

 
Un'immagine della Borsa di Francoforte.   REUTERS/Staff/Remote