Banche venete, tempi stretti, si lavora su soluzione Atlante

martedì 30 maggio 2017 15:49
 

MILANO (Reuters) - Le banche venete, Pop Vicenza e Veneto Banca, continuano a lavorare a ritmo intenso e con tempi molto stretti ad una soluzione sul piano di salvataggio.  

Una partita che è nelle mani del governo e che potrebbe vedere tornare in campo il fondo Atlante, nato proprio per salvare le due banche dopo le fallite ipo lo scorso anno.

Secondo una fonte vicina alla situazione, infatti, la soluzione alla richiesta Ue di capitale privato aggiuntivo si potrebbe trovare in un nuovo intervento del fondo. In questo senso le attese sono per un pressing del governo sul sistema bancario che nei giorni scorsi si è dimostrato freddo all'idea di nuovi apporti di mezzi freschi.

"Le strade del Signore sono infinite...credo che sarà un lungo braccio di ferro nel quale qualcuno all'ultimo dovrà cedere", aggiunge però una seconda fonte.

"Stiamo lavorando, il boccino è nelle mani del governo", si limita a dire una fonte vicina alla banca vicentina che parla di tempi "strettissimi".

I cda di Popolare di Vicenza e Veneto Banca oggi si sono riuniti per fare il punto della situazione e valutare possibili soluzioni allo stallo venutosi a creare dopo la richiesta della Commissione Ue di capitali privati aggiuntivi per circa 1 miliardo di euro.

Venerdì scorso i due istituti hanno dato mandato ai rispettivi AD per sondare la disponibilità del fondo Atlante, che controlla le due banche, a iniettare nuove risorse private come chiesto dalla Dg Comp della Commissione Ue. 

Su questo tema è attesa la risposta di Quaestio, la Sgr che gestisce Atlante e che potrebbe arrivare nelle prossime ore, anche se la posizione emersa nei giorni scorsi dagli azionisti del fondo è che le risorse rimaste in Atlante 2 devono essere destinate all'acquisto degli Npl. 

Oggi il Ceo di Banca Intesa, uno dei maggiori sottoscrittori di Atlante, ha ribadito che "i privati hanno perso molti soldi in Atlante. C'è un intervento pubblico già approvato e definito. Credo che sia il caso che quello venga realizzato e attivato il prima possibile".   Continua...

 
Una filiale di Banca Popolare di Vicenza a Roma. REUTERS/Alessandro Bianchi