Borse Asia-Pacifico, downgrade Moody's su Cina innervosisce mercati

mercoledì 24 maggio 2017 09:36
 

24 maggio (Reuters) - L'azionario dell'area Asia/Pacifico è debole, trascinato in basso dai mercati cinesi dopo che nella notte Moody's ha tagliato, per la prima volta dal 1989, il rating sovrano della Cina portandolo ad 'A1' da 'Aa3' e modificando l'outlook a stabile da negativo. A motivare il taglio, i timori sul rallentamento della crescita economica e il debito in aumento.

L'indice MSCI cede lo 0,25% mentre TOKYO, non inclusa nell'indice, ha chiuso in aumento di 0,66 punti percentuali.

Le piazze cinesi hanno perso in corso di seduta fino all'1% come reazione alla scelta di Moody's per poi risalire leggermente, in un mercato già gravato dai timori per le strette regolatorie annunciate nei giorni scorsi dal governo. SHANGHAI segna -0,54% mentre HONG KONG flette di 0,24% circa. In controtendenza Prada che guadagna intorno allo 0,7%.

SIDNEY chiude a +0,15%.

Meglio TAIWAN che chiude a +0,37%, in rialzo per la terza seduta consecutiva, grazie soprattutto a tecnologici e finanziari.

SINGAPORE sale di 0,2% così come SEUL dove il mercato è cauto in attesa delle minute della Fed, il meeting Opec e il G7. Il Chipmaker SK Hynix sale di oltre 1 punto mentre Hyundai Motor lascia sul terreno oltre il 3,5%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia