Greggio in recupero intorno a parità dopo rassicurazioni Arabia Saudita

venerdì 5 maggio 2017 12:58
 

LONDRA (Reuters) - Quotazioni in recupero per il greggio, reduci da un ribasso di oltre il 3% ieri e da un nuovo calo nella prima parte della seduta odierna sui crescenti timori per l'eccesso di offerta.

I prezzi si sono ripresi dopo che l'esponente saudita dell'Opec (Organization of the Petroleum Exporting Countries) Adeeb Al-Aama ha detto a Reuters che i membri dell'Opec e quelli non Opec sono vicini ad un accordo per estendere i tagli alla produzione oltre la scadenza del mese di giugno.

"Sulla base delle informazioni in nostro possesso oggi, c'è una crescente convinzione che potrebbe essere necessaria una estensione di sei mesi (dei tagli) per ribilanciare il mercato, ma la durata dell'estensione non è ancora definita", ha detto il funzionario saudita.

Intorno alle 12,30 ora italiana il derivato sul greggio U.S. West Texas Intermediate (WTI) tratta a 45,5 dollari circa, pressochè invariato dopo aver lasciato sul campo un abbondante 4% nella seduta precedente. Il futures WTI è sceso oggi ai minimi dal 14 novembre, sotto i livelli a cui si trovava quando i membri dell'Opec e altri produttori hanno concordato tagli alla produzione per allentare l'offerta e spingere al rialzo i prezzi.

Alla stessa ora il derivato sul Brent, benchmark internazionale per le quotazioni del petrolio, scambia poco mosso a 48,44 dollari. I prezzi sono scesi fino a 46,64 dollari, i minimi dal 30 novembre.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia