Usa, Fed mantiene Fed Funds a 2%, preoccupata per crescita

martedì 5 agosto 2008 21:03
 

WASHINGTON (Reuters) - La Federal Reserve ha mantenuto per la seconda volta consecutiva il tasso di riferimento al 2,00% e il tasso di sconto al 2,25%, esprimendo preoccupazione per la crescita economica e per la crescita dell'inflazione, e senza indicare quando potrà tornare ad alzare il costo del denaro.

Secondo il comunicato pubblicato dalla Fed, il Fomc prevede un aumento moderato dell'inflazione per il prossimo semestre e per l'anno prossimo, anche se la prospettiva generale rimane incerta.

La decisione della Fed mantiene i tassi agli stessi livelli raggiunti lo scorso 30 aprile e confermati nella riunione del Fomc del 25 giugno scorso, dopo una serie di tagli seguiti alla crisi sui mutui che hanno ridotto la stretta monetaria dal picco del 5,25%.

Reagendo alla decisione di oggi, i futures sui tassi hanno ridotto le probabilità implicite di un rialzo per settembre al 28% dal 34%.

Mentre le borse Usa hanno reagito bene alla decisione, il prezzo del dollaro è sceso.

La scelta di oggi rispecchia le aspettative dei mercati, con i derivati sui tassi che prezzano un rialzo solo tra fine 2008 e inizio 2009.

In un sondaggio Reuters realizzato tra i primary dealer dopo il dato sull'occupazione dello scorso venerdì, la mediana delle previsioni indicava i Fed Funds al 2% per tutto il 2008.