PUNTO1-Fed taglia tassi, fa pensare possa essere ultimo taglio

mercoledì 30 aprile 2008 21:20
 

(aggiorna con dettagli)

WASHINGTON, 30 aprile (Reuters) - La Federal Reserve ha tagliato il tasso di riferimento di 25 punti base portandolo al 2,00%, mentre il tasso di sconto è stato ridotto di 1/4 al 2,25%, e suggerisce implicitamente che questo sia l'ultimo di una serie di tagli iniziati a metà settembre.

Comunque, la Fed si è lasciata le opzioni aperte e i mercati finanziari vedono una qualche possibilità che potrebbero esserci altri tagli in cantiere.

Il taglio è conforme alle attese di molti osservatori, che scommettevano su una riduzione da un quarto di punto. A partire dal picco di 5,25% dell'estate scorsa, i tassi Usa sono stati ridotti da metà settembre 2007 con l'emergere della crisi dei mutui.

Nel comunicato la Fed afferma che le incertezze circa le prospettive di inflazione rimangono elevate, ma nel corso dei prossimi trimestri si attende una moderazione dell'inflazione.

Nell'annunciare la sua decisione, la banca centrale Usa ha richiamato l'attenzione sui tagli "sostanziali" che ha già messo in atto e ha rilevato i prezzi dell'energia ed altri prezzi di commodity sono in rialzo.

Due funzionari della Fed hanno dissentito dalla decisione di tagliare i tassi, preferendo non apportare alcun cambiamento.

Oggi pomeriggio, poco dopo la pubblicazione della stima preliminare sul Pil del primo trimestre 2008, i futures sui tassi Usa indicavano tassi stabili in occasione dei prossimi meeting.