Texas giustizia messicano in aperta sfida a Corte Internazionale

mercoledì 6 agosto 2008 08:10
 

DALLAS (Reuters) - Nonostante le proteste della Corte di Giustizia dell'Aia e del Messico, lo stato americano del Texas ha giustiziato in nottata un cittadino messicano.

Josè Medellin, 33 anni, è stato dichiarato morto dopo un'iniezione letale alle 21:57 ora locale (le 4:57 in Italia), secondo quanto ha annunciato il Dipartimento di Giustizia texano.

Il messicano era stato condannato per aver stuprato e ucciso nel 1993 la sedicenne Elizabeth Pena a Houston, e la Corte Suprema ha respinto il suo appello in extremis.

La Corte dell'Aia il mese scorso aveva ordinato al governo americano di "prendere tutte le misure necessarie" per fermare le imminenti esecuzioni di cinque messicani -- compresa quella di Medellin -- perchè erano stati privati del loro diritto all'assistenza consolare.

L'esecuzione provocherà senza dubbio rabbia in Messico, e secondo gli analisti potrebbe rendere difficile la situazione degli americani arrestati all'estero se altri paesi decidessero di seguire l'esempio degli Usa privandoli del diritto all'assistenza consolare.