Michael Jackson, per ora suo ranch non sarà messo all'asta

lunedì 12 maggio 2008 12:37
 

NEW YORK (Reuters) - Il cantante Michael Jackson ha annunciato ieri che, almeno per il momento, il suo famoso ranch californiano Neverland non andrà all'asta.

Il "re del pop" ha spiegato che la preclusione del diritto ipotecario su Neverland -- che doveva avvenire questa settimana -- e la conseguente messa all'asta sono state scongiurate dopo che il prestito sulla proprietà è stato venduto a Colony Capital, una grande società di investimento immobiliare.

Il prestito, che secondo fonti informate dei fatti ammonta a circa 23,5 milioni di dollari, era stato accordato da Fortress Investment Group, gruppo newyorchese di private equity ed hedge fund. Il ranch di 1,133 ettari nella contea di Santa Barbara doveva andare all'asta il 14 maggio dopo che il cantante era risultato insolvente.

In una nota, Jackson ha detto che sono in corso trattative con Colony e il suo fondatore, Tom Barrack Jr, "riguardo al ranch e ad altre questioni".

I rappresentanti di Jackson e Colony non hanno rilasciato dichiarazioni. Nessun portavoce di Fortress è stato raggiungibile.

Il cantante è proprietario del ranch tra le colline californiane dal 1988, e l'ha ribattezzato Neverland dal nome della magica isola della storia di Peter Pan dove i bambini non diventano mai grandi.

 
<p>Michael Jackson in una foto d'archivio. REUTERS/Kim Kyung-Hoon (JAPAN)</p>