Manovra, stretta su società di comodo - emendamento governo

giovedì 1 settembre 2011 16:44
 

ROMA, 1 settembre (Reuters) - Un emendamento del governo alla manovra di Ferragosto in discussione al Senato prevede una stretta per le regole sulle società di comodo.

In particolare si prevede che "la differenza tra il valore di mercato dei beni d'impresa concessi in godimento a soci o familiari dell'imprenditore per un corrispettivo inferiore al valore di mercato, concorre alla formazione del reddito imponibile dell'utilizzatore".

L'Agenzia delle Entrate potrà controllare sistematicamente la posizione delle persone che hanno utilizzato beni concessi in godimento.

C'è poi un obbligo di comunicazione alla Agenzia dei beni in godimento da parte delle imprese e degli utilizzatori.

La mancata comunicazione comporta una sanzione amministrativa pari al 30% della differenza di valore.

(Alberto Sisto)