Spagna, sindacati indicono proteste contro tetto debito pubblico

lunedì 29 agosto 2011 16:46
 

MADRID, 29 agosto (Reuters) - I principali sindacati spagnoli hanno organizzato proteste contro la decisione del governo di imporre un limite massimo al debito pubblico prima delle elezioni generali di novembre.

Contro le aspettative, i socialisti al governo e il Partito Popolare hanno trovato la settimana scorsa un accordo per modificare la Costituzione così da imporre un tetto al proprio debito pubblico, trovando il consenso dei mercati finanziari ma l'opposizione delle parti sociali.

L'accordo sarà discusso questa settimana dal Parlamento, con la Camera alta che dovrebbe votare il 7 settembre.

"I loro piani di ridurre il deficit saranno realizzati soltanto penalizzando la società e l'economia", ha detto oggi ai giornalisti Ramon Gorriz, segretario di Comisiones Obreras, principale sindacato spagnolo.

I sindacati hanno indetto degli incontri e delle manifestazioni nella settimana compresa tra il 31 agosto e il 6 settembre, per spingere i parlamentari a votare contro l'emendamento e per chiedere un referendum nel caso in cui la modifica venisse approvata.

L'emendamento della Costituzione sarebbe il secondo nella storia spagnola, da quando nel 1978 cadde la dittatura di Francisco Franco.