Crisi, su pensioni passerà "linea della saggezza" - Bossi

venerdì 12 agosto 2011 13:18
 

ROMA, 12 agosto (Reuters) - A poche ore da un Consiglio dei ministri convocato per esaminare provvedimenti sul rientro del deficit entro il 2013, il leader della Lega Umberto Bossi frena sui tagli alle pensioni, soprattutto quelle più basse, dicendo che su questa materia "passerà la linea della saggezza".

Senza elaborare sui contenuti, Bossi ha fatto capire ai giornalisti che in materia previdenziale si andrà con i piedi di piombo.

"Se vai in giro per la città, anche qui a Roma, trovi quei poveracci anche vecchietti, che vanno a rubare nei grandi magazzini la bottiglietta o il pezzo di pane perché non hanno da mangiare. Che fai? gli togli anche la pensione? Vedrete passerà la linea della saggezza".

Alla domanda poi sullo stato dei rapporti tra il ministro dell'Economia Giulio Tremonti e il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, Bossi si è limitato a dire: "Bene, tutto bene", aggiungendo che ieri sera durante il vertice a casa del premier "abbiamo parlato di dove trovare i soldi".

Quanto all'addizionale Irpef per i redditi sopra i 90.000 euro, ha detto: "Aspettate stasera il Consiglio dei ministri, prima facciamo passare le cose".

(Roberto Landucci)