PUNTO 1 - Grecia, atteso nuovo voto parlamento, restano dubbi

giovedì 30 giugno 2011 13:16
 

(riscrive, cambia titolo)

di Dina Kiriyakidou e Daniel Flynn

ATENE, 30 giugno (Reuters) - Il Parlamento greco dovrebbe approvare oggi l'ultimo disegno di legge sulle misure di austerità necessarie per evitare la bancarotta ed assicurarsi gli aiuti internazionali, ma incombe il pericolo di tempi lunghi.

Le borse mondiali e l'euro EUR= sono in crescita oggi dopo che ieri il governo greco ha ottenuto il primo via libera al pacchetto di austerity di cinque anni, nonostante la feroce opposizione popolare ai tagli alla spesa e agli aumenti delle tasse, che ha evitato il primo default della zona euro.

Il ministro delle Finanze belga Didier Reynders ha detto che, come conseguenza del voto, i ministri delle Finanze della zona euro approveranno con ogni probabilità una seconda tranche del prestito alla Grecia nel meeting previsto per domenica.

Il prestito da 12 miliardi di euro consentirà alla Grecia di evitare il default a metà luglio o al più tardi il 20 agosto, quando Atene dovrà rimborsare una grossa quantità di obbligazioni, e sposterà l'attenzione su un secondo pacchetto di aiuti, probabilmente della stessa entità del piano di salvataggio da 110 miliardi di euro dello scorso anno.

Il governo del primo ministro greco George Papandreou potrebbe incontrare grosse difficoltà nell'imporre aumenti di tasse e dismissione di asset statali di fronte alla feroce opposizione dell'opinione pubblica, mentre una frangia violenta sempre presente nella politica greca è uscita allo scoperto.

Contestatori armati con pietre e bastoni si sono scontrati per diverse ore, fino alle prime ore del mattino, con la polizia che ha sparato gas lacrimogeni nel centro di Atene, lasciando a terra una grande quantità di detriti, che i netturbini hanno avuto il compito di ripulire.

"La legge di attuazione passerà senza problemi", ha detto Costas Panagopoulos, capo dei sondaggisti di Alco.   Continua...