Baseball, Los Angeles Dodgers presentano istanza di bancarotta

lunedì 27 giugno 2011 18:02
 

NEW YORK, 27 giugno (Reuters) - I Los Angeles Dodgers hanno presentato istanza di protezione dalla bancarotta, puntando il dito contro il Commissioner della Major League di baseball Bud Selig per aver respinto un accordo televisivo che avrebbe garantito al club un'iniezione di denaro fresco.

L'istanza di oggi rappresenta il disperato tentativo da parte del proprietario dei Dodgers, Frank McCourt, per evitare che le Lega assuma il controllo della squadra, di cui è proprietario dal 2004.

McCourt sta incontrando difficoltà nell'onorare il pagamento degli stipendi e altri impegni finanziari, avendo contratto pesanti debiti ed essendosi imbarcato in un'aspra causa di divorzio con l'ex moglie Jamie.

Il 20 giugno, la Lega ha posto il veto su una proposta da tre miliardi di dollari, per un contratto televisivo di 17 anni con la tv Fox di News Corp (NWSA.O: Quotazione), un accordo rifiutato perché giudicato non nell'interesse dei Dodgers, dello sport e dei tifosi.

Il contratto prevedeva 385 milioni di dollari di anticipo, che secondo McCourt sarebbero stati vitali per le casse dei Dodgers.

"Abbiamo portato al commissioner un accordo sui diritti televisivi che avrebbe risolto i problemi di flussi di cassa che gli ho presentato un anno fa", ha fatto sapere McCourt in un comunicato.

"Ma lui ha voltato le spalle ai Dodgers, ci ha trattato in maniera diversa, e ci ha portato alla situazione in cui versiamo attualmente".

Al momento non ci sono stati commenti dalla Major League Baseball.

La Lega ha assunto il controllo della gestione quotidiana dei Dodgers ad aprile per i timori sulle condizioni economiche del team e per motivi di sicurezza, dopo il brutale pestaggio di un tifoso dei San Francisco Giants, all'inizio del campionato, nel parcheggio del Dodger Stadium.