May 27, 2011 / 10:35 AM / 6 years ago

PUNTO 2-G8,Sarkozy propone fondo 40 mld dlr per primavera araba

3 IN. DI LETTURA

(cambia titolo a lead con nuova proposta Sarkozy su fondo)

DEAUVILLE, 27 maggio (Reuters) - Il presidente francese, Nicolas Sarkozy, ospite del summit dei G8 a Deauville, ha proposto oggi un piano di aiuti da 40 miliardi di dollari per sostenere i paesi della cosiddetta 'primavera araba', secondo quanto riferito dal ministro delle Finanze tunisino, Jalloul Ayed.

I leader del G8 hanno promesso oggi 20 miliardi di dollari di aiuti alle nuove democrazie arabe nel corso del vertice in Francia, dando così il via libera a un programma che mira a incoraggiare il cambiamento in Africa del Nord e in Medio Oriente.

I leader degli Otto Grandi concludono oggi il summit di due giorni col lancio di una partnership per la regione che lega gli aiuti e i fondi allo sviluppo ai progressi verso la democrazia e le riforme economiche da parte degli Stati che hanno rovesciato i regimi autocratici.

Da Deauville, località balneare della Normandia, capi di Stato e di governo del G8 hanno detto che "sostengono con forza le aspirazioni della Primavera araba come quelle del popolo iraniano".

"I cambiamenti in corso in Medio Oriente e Nord Africa (Mena) hanno portata storica e hanno il potenziale per aprire la strada a una sorta di trasformazione simile a quella avvenuta nell'Europa centrale e dell'Est dopo la caduta del muro di Berlino", si legge in una copia del comunicato finale ottenuta in anticipo da Reuters.

"In questo contesto, le banche impegnate negli aiuti multilaterali metteranno a disposizione oltre 20 miliardi di dollari, inclusi 3,5 miliardi di euro provenienti dalla Bei, per Egitto e Tunisia per il periodo 2011-2013 a sostegno dei processi di riforma".

"I G8 sono già in grado di attivare un sostegno bilaterale per far avanzare tale sforzo e danno il benvenuto all'intervento di altri partner bilaterali, inclusi quelli dell'area".

Oggi intanto la Gran Bretagna ha annunciato lo stanziamento di un pacchetto da 110 milioni di sterline (127 milioni di euro) per sostenere la transizione alla democrazia in paesi come la Tunisia e l'Egitto. Il programma quadriennale, con fondi proveniente da bilanci esistenti, sosterrà una maggiore partecipazione politica e il rafforzamento del ruolo della legge, hanno detto rappresentanti britannici.

In un rapporto presentato oggi al G8, il Fondo Monetario Internazionale ha riferito che le necessità di finanziamento esterno per i paesi mediorientali e nordafricani importatori di petrolio raggiungeranno i 160 miliardi di dollari nei prossimi tre anni.

Il Fmi ha detto di poter fornire circa 35 miliardi di dollari per contribuire a stabilizzare le economie dei paesi ma che il grosso dei fondi deve venire dalla comunità internazionale.

La Banca Mondiale ha reso noto oggi un nuovo finanziamento da 6 miliardi di dollari per Tunisia ed Egitto.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below