Senato approva decreto Omnibus, passa alla Camera

mercoledì 20 aprile 2011 19:12
 

ROMA, 20 aprile (Reuters) - L'aula del Senato ha approvato il decreto legge Omnibus che ora passa alla Camera in seconda lettura.

Poche ma rilevanti le modifiche introdotte durante l'esame. Un emendamento del governo ha soppresso le norme sulla costruzione delle centrali nucleari per superare il referendum del 12 giugno. Un altro emendamento, presentato dai relatori ma scritto sotto indicazione del Tesoro, disciplina l'ingresso della Cassa depositi e prestiti nelle società ritenute di interesse strategico, con il limite tuttavia che siano sane e abbiano "adeguate prospettive di crescita".

Il decreto contiene anche altre misure, come lo slittamento a fine 2012 del divieto di incroci tra stampa e televisione e l'aumento delle risorse allo spettacolo e alla cultura, finanziato con l'aumento delle accise sulla benzina.

La Camera non dovrebbe apportare ulteriori modifiche perché, come ha detto questa mattina il ministro dell'Economia Giulio Tremonti, "è difficile che ci sia una terza lettura" in Senato.