Giappone,lavoratori si allontanano da centrale Fukushima Daiichi

mercoledì 16 marzo 2011 07:46
 

di Shinichi Saoshiro e Chisa Fujioka

TOKYO, 16 marzo (Reuters) - Ai lavoratori della centrale nucleare giapponese di Fukushima Daiichi, danneggiata dal sisma e dallo tsunami di venerdì scorso, oggi è stato ordinato di abbandonare per un po' l'impianto dopo che i livelli di radioattività sono saliti, uno sviluppo che suggerisce che la crisi possa essere a breve fuori controllo.

Alcune ore prima era scoppiato un altro incendio nella centrale, le cui radiazioni, giunte in bassa quantità a Tokyo nelle ultime 24 ore, hanno generato paura nella capitale del Giappone e allarme nella comunità internazionale.

Gli esperti nucleari dicono che le soluzioni proposte per contenere la fuoriuscita di radiazioni nel complesso, che si trova circa 240 chilometri a nord di Tokyo, rappresentano sforzi disperati per cercare di evitare quello che rischia di essere ricordato come uno dei più gravi disastri industriali al mondo.

"E' un incubo al rallentatore", ha detto Thomas Neff, ricercatore affiliato al Center for International Studies, che fa parte del Massachusetts Institute of Technology.

Il panico suscitato dal terremoto di magnitudo 9 e dal successivo tsunami ha bruciato 620 miliardi di dollari sul mercato giapponese nei primi due giorni della settimana, ma il Nikkei si è ripreso oggi, chiudendo in rialzo del 5,7%.

Molti voli per il Giappone sono stati sospesi o modificati, i viaggiatori evitano Tokyo per il timore di radiazioni e oggi la Francia ha chiesto ai connazionali di lasciare il Giappone o dirigersi a sud.

Il bilancio delle vittime è di circa 4.000, ma sono più di 7.000 i dispersi. Centinaia di migliaia di persone sono rimaste senza casa.

Nella centrale di Fukushima Daiichi, al momento, le preoccupazioni maggiori si concentrano sui danni all'edificio del reattore numero 4, dove barre di combustibile esausto vengono stoccate in vasche d'acqua fuori dall'area di contenimento e su una parte del reattore numero 2 che contribuisce a raffreddare e contenere cesio, iodio e stronzio.

I lavoratori hanno cercato di aprire una strada ai camion dei vigili del fuoco perché potessero raggiungere il reattore numero 4, dove si era sviluppato un incendio. Le fiamme non sono più visibili, ma immagini tv mostrano vapore che esce dall'edificio.

Le autorità giapponesi dicono di essere in contatto con i militari statunitensi per una possibile richiesta di aiuto.