Nuova Zelanda, sisma di magnitudo 6.3, almeno 65 morti

martedì 22 febbraio 2011 07:37
 

WELLINGTON, 22 febbraio (Reuters) - Un forte terremoto ha provocato la morte di almeno 65 persone nella seconda città della Nuova Zelanda, Christchurch, e il bilancio sembra destinato a salire, mentre i soccorritori cercano fra le macerie alla ricerca di sopravvissuti.

E' il secondo terremoto che colpisce la città in cinque mesi.

"Probabilmente stiamo assistendo al giorno più buio della Nuova Zelanda... Il bilancio che ho al momento è di 65 vittime e potrebbe salire", ha detto a una tv locale il primo ministro John Key.

Il sisma di magnitudo 6.3 ha colpito all'ora di pranzo, quando strade e negozi erano affollati e gli uffici ancora al lavoro.

Il sindaco di Christchurch ha descritto la città di quasi 400.000 abitanti come una zona di guerra.

Le autorità hanno ordinato agli ospedali maggiori del Paese di stare pronti a ricevere persone rimaste coinvolte nel sisma.

Le squadre di soccorso scavano tra le macerie.