Usa, dopo ricevimento in pompa magna, Hu affronta Congresso

giovedì 20 gennaio 2011 07:58
 

Di Chris Buckley and Paul Eckert

WASHINGTON, Jan 20, 20 gennaio (Reuters) - Il presidente cinese Hu Jintao cercherà oggi di convincere i parlamentari Usa che la Cina è un motore di crescita privo di minacce, dopo che un vertice alla Casa Bianca ha cercato di ricucire gli strappi tra le due maggiori economie mondiali.

Lasciati i brindisi con il presidente Usa Barack Obama, Hu inizia oggi il terzo dei quattro giorni della sua visita di Stato con una puntata al Congresso, dove covano le critiche più aspre alla politica di Pechino di mantenere alto il valore dello yuan e alla sua gestione dei diritti umani.

I parlamentari Usa minacciano dal 2005 una legge che punisca le importazioni dalla Cina con dazi compensatori della sua politica monetaria, che secondo i critici tiene ingiustamente bassi i prezzi.

Ma la legge deve ancora passare. La visita di Hu ha spinto 84 parlamentari a scrivere ad Obama, invitandolo a dire a Hu che "la pazienza dell'America sta per finire e non possiamo più tollerare il silenzio sprezzante della Cina" per le promesse fatte nel 2001 di aderire all'Organizzazione mondiale del commercio.