Wikileaks non ha commesso reati in Australia, dice polizia

venerdì 17 dicembre 2010 08:05
 

SYDNEY, 17 dicembre (Reuters) - Wikileaks non ha commesso reati in Australia, diffondendo i cablogrammi riservati della diplomazia Usa. Lo ha fatto sapere oggi la polizia australiana.

"La Afp (Polizia Federale Australiana) ha completato la valutazione del materiale a sua disposizione e ha stabilito che non esiste alcun tipo di reato in relazione alla giurisdizione australiana", si legge in un comunicato.

Il governo del paese natale di Julian Assange aveva sollecitato la polizia ad indagare su eventuali reati commessi dal fondatore di Wikileaks con le sue rivelazioni.

La richiesta era stata successiva alle dichiarazioni del primo ministro Julia Gillard che aveva dichiarato che la diffusione di dispacci riservati della diplomazia Usa da parte di Wikileaks costituiva "un atto illegale che senza dubbio aveva violato le leggi degli Stati Uniti d'America".

Queste dichiarazioni avevano poi suscitato le critiche da parte dei sostenitori di Assange e di alcuni membri del governo laburista australiano.