Cdp, al via swap partecipazioni con Ministero Economia - nota

venerdì 3 dicembre 2010 21:06
 

MILANO, 3 dicembre (Reuters) - E' stato disposto l'avvio dello scambio di partecipazioni azionarie fra Cassa Depositi e Prestiti e il Ministero dell'Economia che cede azioni Eni (ENI.MI: Quotazione) e riceve a titolo di corrispettivo le intere partecipazioni di Cdp in Enel (ENEI.MI: Quotazione), Poste Italiane e STMicroelectronics.

Lo comunica una nota di Cdp precisando che, per effetto del decreto del Ministero dell'Economia del 30 novembre 2010 che sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, alla Cassa vanno "655.891.140 azioni di Eni rappresentative del 16,38% del capitale sociale, del valore complessivo di 10.706.373.431 euro".

Al Ministero dell'Economia vanno "1.632.624.218 azioni di Eni, corrispondenti al 17,36% del capitale sociale, del valore complessivo di 6.606.740.423 euro, oltre all'importo di 163.262.421,80 di euro corrispondente all'acconto sul dividendo 2010 distribuito da Enel relativamente alle medesime azioni; 457.138.500 azioni di Poste Italiane, corrispondenti al 35% del capitale sociale, del valore complessivo di 3.288.715.946 euro; 709.987 azioni di STMicroelectronics Holding NV, rappresentative del 50% del capitale sociale, e indirettamente corrispondenti a n. 125.352.377 azioni di STMicroelectronics NV, pari al 13,77% del capitale sociale, del valore complessivo di 810.917.062 euro".

Considerate le azioni già possedute, Cdp "viene così a detenere una partecipazione complessiva pari al 26,37% del capitale sociale di Eni".

Lo swap verrà perfezionato entro 10 giorni dalla pubblicazione del decreto nella Gazzetta Ufficiale, dice ancora la nota.