Banca Mezzogiorno, Confcooperative smentisce disimpegno progetto

martedì 30 novembre 2010 19:54
 

ROMA, 30 novembre (Reuters) - Le Banche di credito cooperativo e la Confcooperative smentiscono le notizie di un loro disimpegno dal progetto governativo di costituzione della Banca del Mezzogiorno.

"Sono destituite di fondamento le voci relative a un presunto disimpegno delle Banche di Credito Cooperativo dall'iniziativa per la costituzione della Banca del Mezzogiorno", si legge in una nota congiunta di Alessandro Azzi, presidente della Federazione Italiana delle Bcc, e Luigi Marino, presidente di Confcooperative.

Commentando le notizie di stampa, succedutesi in questi giorni, sul ruolo del sistema delle Banche di credito cooperativo nella realizzazione della Banca del Mezzogiorno, i due presidenti aggiungono: "Il sistema delle Bcc intende ribadire il proprio impegno per la realizzazione del progetto nei tempi e nei modi stabiliti, in raccordo con quanto verrà elaborato dal Comitato Promotore e in collaborazione con gli altri soggetti interessati alla definizione del piano industriale".

Al progetto della Banca del Mezzogiorno partecipa anche Poste italiane che, secondo quanto annunciato da una fonte nei giorni scorsi, dovrebbe formalizzare nelle prossime ore una offerta, dopo avere concluso la due diligence per l'acquisizione di Mediocredito Centrale da Unicredit (CRDI.MI: Quotazione).