Irlanda, Verdi lasciano governo e chiedono elezioni anticipate

lunedì 22 novembre 2010 14:20
 

DUBLINO/LONDRA, 22 novembre (Reuters) - I verdi irlandesi hanno staccato la spina oggi all'impopolare coalizione di governo e chiedono le elezioni anticipate per gennaio dopo il salvataggio finanziario approvato da Ue e Fondo Monetario Internazionale.

I Verdi, alleati minori nella coalizione, hanno ritirato il loro sostegno dopo che ieri l'Unione europea e l'Fmi hanno dato via libera al piano di finanziamenti per aiutare l'Irlanda ad affrontare la crisi, bancaria e di bilancio, che ha provocato profonda rabbia nell'opinione pubblica.

Rappresentanti Ue e del Fondo hanno iniziato oggi a far trapelare dettagli sul pacchetto - che dovrebbe essere, nelle attese, tra gli 80 e il 90 miliardi di euro - mentre il governo sta dando i ritocchi finali a un drastico piano di austerity da 15 miliardi di euro.

La coalizione irlandese di governo composta da Fianna Fail, Verdi e indipendenti ha una maggioranza di tre seggi al parlamento, automaticamente annullata dal ritiro dei sei eletti verdi.

"Adesso abbiamo raggiunto un punto in cui il popolo irlandese necessità di certezza politica per andare oltre i prossimi due mesi, Dunque, crediamo sia il momento di fissare una data per le elezioni generali nella seconda metà di gennaio", hanno detto i Verdi in un comunicato.

Ieri il principale partito di opposizione ha annunciato che sta valutando se presentare una mozione di sfiducia al governo, forse prima dell'annuncio del bilancio il 7 dicembre.