PUNTO1 - Voto Usa,a Repubblicani controllo Camera e più Senatori

mercoledì 3 novembre 2010 08:39
 

(aggiunge dichiarazioni, dettagli e contesto)

WASHINGTON, 3 novembre (Reuters) - Gli elettori americani disincantati hanno tolto il potere ai Democratici alla Camera dei Rappresentanti e hanno rafforzato i Repubblicani al Senato ieri, nelle elezioni di midterm che sono state un duro colpo, per quanto atteso, per il presidente Barack Obama.

Due anni dopo l'elezione di Obama alla Casa Bianca, le preoccupazioni degli elettori per l'economia e lo scontento per la leadership del presidente hanno finito per premiare i Repubblicani, che hanno tolto a Nancy Pelosi il ruolo di speaker della Camera e hanno dato il via a una nuova epoca di Congresso diviso.

I network hanno previsto che i Repubblicani prenderanno almeno 60 seggi alla Camera, rispetto ai 39 di cui hanno bisogno per una maggioranza che consenta di nominare speaker il conservatore John Boehner, mettere repubblicani a capo delle commissioni e tirare il freno sull'agenda di Obama.

I Repubblicani hanno fatto meglio che nel 1994, quando i Democratici del presidente Bill Clinton persero 54 seggi alla Camera, e si tratta del più grande spostamento di potere da quando i Democratici persero 75 seggi alla Camera nel 1948.

"La nostra nuova maggioranza sarà pronta a fare le cose diversamente", ha detto Boehner ai sostenitori in un hotel di Washington. "Inizieremo col tagliare le spese invece di aumentarle, ridurre le dimensioni del governo invece di accrescerle, e riformare il modo di lavorare del Congresso".

Obama ha telefonato a tarda notte a Boehner per congratularsi e parlare di come lavorare insieme per creare posti di lavoro e migliorare lo stato dell'economia, ha detto un assistente di Boehner.

Ieri si votava per i 435 seggi della Camera e per 37 dei 100 seggi del Senato, oltre che per 37 dei 50 governatori.

I Repubblicani hanno tolto ai Democratici almeno 10 Stati, compreso il difficile Ohio, e sono riusciti a conservare il Texas in una competizione con implicazioni fondamentali per la revisione decennale dei distretti congressuali che inizia il prossimo anno.

Il democratico Lerry Brown ha vinto in California nella gara per la successione al governatore repubblicano Arnold Schwarzenegger.