Usa favorevoli a ripresa colloqui su debito cambogiano

lunedì 1 novembre 2010 12:08
 

PHNOM PENH, 1 novembre (Reuters) - Gli Stati Uniti e la Cambogia hanno trovato un accordo oggi per riprendere i negoziati sulla gestione di 445 milioni di dollari di debito accumulato dal regime militare cambogiano sostenuto dagli Usa nei primi anni 70.

Nella sua prima visita alla nazione del Sudest asiatico, il segretario di Stato americano Hillary Clinton ha detto di voler inviare un team per riaprire i colloqui, che si sono tenuti l'ultima volta nel 2006, su una questione che resta irritante malgrado il miglioramento dei rapporti Usa-Cambogia.

Il primo ministro cambogiano Hun Sen ha chiesto agli Stati Uniti di perdonare quello che ha definito il "debito sporco" fatto dal governo militare Lon Nol, salito al potere nel 1970 con un colpo di stato sostenuto da Washington.

Il governo Lon Nol venne rovesciato nel 1975 dal brutale regime ultra-Maoista dei Khmer Rossi, sotto il quale si stima siano morte 1,7 milioni di persone in meno di quattro anni.

"Vogliamo davvero molto vedere risolta questa questione e, come ha detto sua eccellenza, in accordo con i principi del club di Parigi e a servizio dello sviluppo cambogiano", ha detto la Clinton ad una conferenza stampa con il vice primo ministro cambogiano e ministro degli Esteri Hor Namhong.