Rom, Ue rinuncia a procedura infrazione contro Francia

martedì 19 ottobre 2010 15:16
 

di Justyna Pawlak

BRUXELLES, 19 ottobre (Reuters) - La Commissione europea ha archiviato oggi la minaccia di avviare un'azione disciplinare contro la Francia sull'espulsione dei migranti Rom, dopo che Parigi ha accettato di modificare la propria legislazione sull'immigrazione.

La decisione è probabilmente destinata a migliorare le relazioni tra Francia e Commissione, dopo le critiche della Ue alla campagna francese che ha portato all'espulsione di 8.000 rom verso la Romania e la Bulgaria nel corso dell'anno.

La Commissione europea aveva accusato la Francia di non aver trasposto la normativa europea sui migranti nelle leggi nazionali e aveva dato a Parigi tempo fino al 15 ottobre per attuare modifiche, pena il rischio di essere condannata al pagamento di una multa.

"La Francia ha risposto positivamente", ha detto oggi in un comunicato Viviane Reding, commissaria Ue alla Giustizia. "La Commissione europea... non darà seguito alla procedura d'infrazione contro la Francia".

La scorsa settimana il governo francese aveva annunciato un pacchetto legislativo sull'immigrazione per quietare le critiche della Commissione. Ma al tempo stesso le autorità francesi hanno difeso con forza le espulsioni, affermando che erano legali e necessarie a garantire l'ordine pubblico.

La normativa Ue consente agli stati di espellere cittadini di un altro stato membro se pongono un rischio alla sicurezza pubblica o rappresentano un peso per il sistema del welfare, ma le espulsioni devono essere proporzionate e non rispondere a un criterio etnico.

Vari gruppi per i diritti umani, la Chiesa cattolica e l'Onu hanno criticato la politica adottata dalla Francia, definendola discriminatoria verso i Rom, la più grande minoranza etnica dell'Europa.

L'opposizione francese ha accusato il presidente Nicolas Sarkozy di colpire i Rom per cercare di riguadagnare consenso tra gli elettori in tempi di austerity sul bilancio.

Inizialmente anche la commissaria Reding aveva accusato la Francia di discriminazione, ma ha successivamente fatto un passo indietro, affermando che la principale infrazione di Parigi riguardava la scarsa applicazione della normativa comunitaria.

Oggi, comunque, Reding ha ribadito che la Commissione intende esaminare come gli stati membri impiegano i fondi comunitari per aiutare gli oltre 10 milioni di Rom che vivono in Europa.

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Rom, Ue rinuncia a procedura infrazione contro Francia | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    19,043.58
    +0.34%
  • FTSE Italia All-Share Index
    20,845.68
    +0.14%
  • Euronext 100
    947.95
    +0.53%