29 settembre 2010 / 14:28 / tra 7 anni

RPT - SCHEDA - Le misure di austerity nella zona euro

29 settembre (Reuters) - Il governo francese di centrodestra conterrà le spese per i dipendenti pubblici, ridurrà le esenzioni fiscali e punterà sull‘accelerazione economica per rimpinguare le casse pubbliche nel 2011 in base a un bilancio che è stato presentato oggi.

Ecco i dettagli di alcune misure di austerity nella zona euro.

FRANCIA:

-- Il bilancio punta a ridurre il deficit pubblico al 6% del prodotto interno lordo entro il 2011 dal 7,7% del 2010, nella prima fase di un piano per eliminare il gap rispetto al tetto del 3% per il 2013, e del 2% per 2014 fissato dalla Ue.

-- Progetti per elevare a 62 anni da 60 entro il 2018 l‘età pensionabile, far lavorare per più tempo le persone per avere una pensione piena e raccogliere contributi dal settore pubblico ai livelli del settore privato. Il primo ministro francese Francois Fillon ha escluso venerdì scorso ogni marcia indietro sui piani del suo governo.

-- L‘aliquota più alta sarà elevata al 41% dal 40% per contribuire a finanziare il regime pensionistico.

SPAGNA:

-- Confermato nel bilancio lo scorso 24 settembre la previsione di un deficit pubblico in calo al 3% sul prodotto interno lordo per il 2013, rispetto al 9,3% del 2010.

-- La spesa pubblica sarà ridotta del 7,9%, ad esclusione delle regioni autonome, a 122 miliardi di euro nel 2011.

-- Le spese dei ministeri saranno ridotte in media del 16%.

GRECIA:

-- I deputati greci hanno approvato una riforma pensionistica che innalza l‘età pensionabile ed elimina le pensioni anticipate, elemento cruciale di un accordo con Ue e Fondo Monetario per far uscire il Paese da una crisi del debito.

-- La Grecia prevede di ridurre il suo deficit, che era del 13,6% sul prodotto interno lordo nel 2009, all‘8,1% quest‘anno, al 7,6% nel 2011 e al 2,6% nel 2014.

-- I salari nel settore pubblico sono stati ridotti in media del 15% nel 2010 e saranno congelati sino al 2014. Le paghe nel settore privato saranno congelate quest‘anno e cresceranno in linea con l‘inflazione nella zona euro nel 2011 e 2012.

-- Il principale tasso Iva è stato aumentato di 4 punti percentuali, al 23%.

PORTOGALLO:

-- Il Parlamento ha approvato in giugno un pacchetto austerity per ridurre il deficit al 7,3% del Pil nel 2010 e poi al 4,6% nel 2011, dal 9,4% del 2009. Il Portogallo punta a risparmiare 2 miliardi di euro nel 2010 e 4,5 miliardi di euro l‘anno prossimo.

-- Il Portogallo ha escluso di attingere al fondo d‘emergenza della zona euro, citando un programma di emissione bond che per l‘anno è stato completato per oltre il 90%, così come prospetta di superare la cifra di crescita dello 0,7% di quest‘anno.

-- Il governo di minoranza socialista presenterà la bozza del bilancio 2011 entro il 15 ottobre. Il governo ha detto che comprenderà significativi tagli alla spesa e misure aggiuntive nelle entrate.

ITALIA:

-- Benché l‘Italia abbia mantenuto il suo deficit inferiore al 5,3% del Pil nel 2009, ben sotto la media Ue, il bilancio punta a ridurre il deficit al 2,7% entro il 2012.

-- Sul piano delle pensioni, dal 2011 arriva la “finestra mobile”: una volta maturati i requisiti, i lavoratori dipendenti dovranno aspettare 12 mesi per ritirarsi dal lavoro, 18 mesi gli autonomi.

-- Congelamento dei salari degli statali e tagli a quelli dei dirigenti nel settore pubblico.

-- Regioni chiamate a contribuire con tagli di circa 13 miliardi di euro alle spese tra 2011 e 2013.

-- Ci sarà un taglio del 10% l‘anno nel 2011 e 2012 nelle spese di tutti i ministeri.

GERMANIA:

-- Il cancelliere Angela Merkel ha detto che il suo governo punta a risparmiare circa 80 miliardi di euro tra 2011 e 2014 e portare il deficit tedesco sotto i limiti previsti dall‘Unione Europea per il 2013. Il governo ha approvato il primo settembre una legge che copre il grosso degli 80 miliardi di euro nei prossimi quattro anni.

-- Il bilancio, in Parlamento entro la fine di novembre, ridurrà le spese di 307,4 miliardi di euro il prossimo anno, un calo del 3,8% rispetto al 2010, e ridurrà il deficit a 60 miliardi.

-- Il governo ha concordato in giugno un pacchetto che taglierà la spesa del welfare di 30 miliardi di euro nel periodo, riducendo il numero dei dipendenti del settore pubblico sino a 15.000 unità entro il 2014 e aumenterà le tasse degli operatori degli impianti nucleari e del settore dei trasporti aerei.

-- Speranze di raggiungere i 5,5 miliardi di euro attraverso tagli ai sussidi e raccogliere 2 miliardi di euro l‘anno con una tassa sulle transazioni finanziarie.

-- Gli esperti del ministero della Difesa hanno programmato una lista di potenziali risparmi del valore di oltre 9,3 miliardi di euro.

IRLANDA:

-- Il costo del denaro si è impennato nuovamente ieri dopo che due agenzie di rating hanno ammonito che il suo debito è a rischio di ulteriori declassamenti, aumentando la pressione sul governo di un intervento sul bilancio, previsto in dicembre.

-- L‘Irlanda ha adottato alcune delle misure più dure di austerity nella zona euro. I sindacati del suo settore pubblico hanno approvato in giugno una piano sui salari, ponendo termine alle proteste contenute ma limitando le possibilità di Dublino di realizzare almeno 3 miliardi di euro di risparmi nei prossimi due bilanci.

-- Una misura nel bilancio dello scorso dicembre è stato il taglio dei salari dei dipendenti pubblici del 5-15%. Il bilancio ha richiesto tagli per 4 miliardi di euro. Il governo ha promesso di non adottare altri tagli agli stipendi dei dipendenti pubblici sino al 2014.

-- L‘Irlanda ha detto in luglio che taglierà il suo budget per progetto di infrastrutture nel 2011 a 5,5 miliardi di euro, generando 1 miliardo di euro di risparmi, un terzo del totale richiesto nel budget di dicembre.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below