PUNTO 1-Governo, Napolitano:bene impegno Berlusconi a proseguire

martedì 14 settembre 2010 13:26
 

(aggiunge altre dichiarazioni di Napolitano)

SALERNO, 14 settembre (Reuters) - Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, apprezza l'impegno mostrato nei giorni scorsi dal premier, Silvio Berlusconi, a proseguire la legislatura, parlando di evoluzione "auspicabile e costruttiva" dopo le tensioni estive.

"[Esprimo] apprezzamento per le impegnative valutazioni recentemente espresse dal presidente Berlusconi in ordine alla prosecuzione e al rilancio dell'attività di governo e parlamentare", ha detto Napolitano parlando al Teatro Augusteo di Salerno di fronte ai rappresentanti delle autorità locali.

"Il fatto che negli ultimi giorni si sia manifestata crescente fiducia nella possibile prosecuzione dell'attività governativa e parlamentare segna per me, sia chiaro, una evoluzione auspicabile e costruttiva", ha aggiunto.

Il presidente della Repubblica non ha però rinunciato a rivolgere critiche a chi ha messo in dubbio il corretto adempimento da parte sua alle funzioni assegnategli dalla Costituzione: "Si sono invece succeduti per settimane, ogni giorno, interventi orientati in tutt'altro senso, in allusiva polemica- allusiva e non sempre garbata - nei miei confronti".

Poi Napolitano ha rivendicato, fra le altre prerogative, quella di scioglimento delle Camere qualora venga a mancare la fiducia al governo: "Mi si è così premurosamente spiegato come il ricorso al popolo ovvero alle urne sia il sale della democrazia e il balsamo per tutte le sue febbri; e si è mostrato stupore per il fatto che il presidente della Repubblica non apparisse pronto, con la penna in mano, a firmare un decreto di scioglimento delle Camere".

"Il particolare che cosi veniva trascurato è che la vita di un Paese democratico e delle sue istituzioni elettive deve essere ordinata secondo regole...e fra le regole vi è in ogni paese democratico quella di una durata prestabilita delle legislature parlamentari per il tempo considerato necessari", ha concluso. Quanto al tema del federalismo, il capo dello Stato ha poi precisato che esso va inteso come attuazione del nuovo Titolo V della Costituzione.

Nel baillame di queste settimane, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il leader del Carroccio, Umberto Bossi, hanno annunciato fra l'altro di voler salire al Colle per sollecitare le dimissioni di Gianfranco Fini da presidente della Camera. Bossi ha anche evocato in numerose occasioni la possibilità di andare a un voto anticipato.