Nuova tempesta tropicale Igor sull'Atlantico orientale

mercoledì 8 settembre 2010 18:15
 

MIAMI, 8 settembre (Reuters) - La tempesta tropicale Igor si è formata oggi nella parte orientale dell'Oceano Atlantico e si prevede che nell'arco di pochi giorni crescerà arrivando al rango di uragano.

Il Centro nazionale uragani Usa ha detto che Igor, che per il momento non minaccia la terraferma, sta raccogliendo venti che soffiano intorno ai 65 km all'ora e si sta muovendo verso ovest alla velocità di 13 km all'ora.

Le previsioni e i modelli informatici prevedono che Igor diventerà uragano "nei prossimi giorni" e che domani si troverà a sud delle isole di Capo Verde. Secondo il centro, è comunque troppo presto per stimare una possibile minaccia per le coste Usa o caraibiche sul Golfo del Messico.

I mercati dell'energia seguono con particolare attenzione le tempeste nell'area del Golfo, dove si trova circa il 30% della produzione petrolifera americana, l'11% di quella di gas e il 43% delle strutture di raffinazione Usa.

L'allerta è particolarmente alta quest'anno, dopo che i meteorologi hanno annunciato che nel 2010 la stagione degli uragani potrebbe essere peggiore di quella del 2005, quando gli uragani Katrina, Rita e Wilma produssero disastri sulla costa del Golfo, danneggiando impianti di estrazione e raffineria e costringendo a ingenti tagli alla produzione.