Finmeccanica, per La Russa taglio Efa deciso "assieme società"

giovedì 22 luglio 2010 12:18
 

ROMA, 22 luglio (Reuters) - Il taglio di 25 caccia Eurofighter della tranche 3B nella commessa del governo italiano è stato deciso insieme ad Alenia Aeronautica e Finmeccanica SIFI.MI e non avrà conseguenze sulla loro capacità produttiva. Lo ha detto oggi il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, tornando sull'annuncio fatto a Londra due giorni fa.

"La riduzione, peraltro già annunciata, della commessa, è stata valutata assieme con Alenia e Finmeccanica", ha detto il ministro al termine del consiglio dei ministri.

"Abbiamo valutato che questa possibilità non avrebbe danneggiato né il sistema di difesa italiano, né a capacità e l'attività produttiva di Alenia e Finmeccanica", ha aggiunto.

La Russa ha detto che i circa 2 miliardi di risparmi realizzati su questo fronte "saranno investiti sempre nel settore della difesa".

Il ministro ha ricordato che la quantità di caccia Eurofighter in dotazione alla Aviazione militare rimane comunque di 96 aerei, i quali -- ha assicurato La Russa -- "bastano per avere un efficiente sistema di difesa".

Martedì scorso, nel corso di una conferenza stampa al salone aerospaziale londinese di Farnborough, La Russa ha annunciato il taglio dell tranche 3B ed un portavoce di Eurofighter ha commentanto che l'azienda non ha ancora avuto "comunicazioni ufficiali".

Anche l'amministratore delegato di Alenia ha ieri parlato di "eventuale taglio", dopo l'annuncio del ministro.