Giappone, sondaggi: Democratici lontani da obiettivo elezioni

mercoledì 7 luglio 2010 07:44
 

TOKYO, 7 luglio (Reuters) - Il Partito Democratico al governo in Giappone, secondo alcuni sondaggi, potrebbe non raggiungere l'obiettivo fissato dal premier Naoto Kan nelle elezioni per il rinnovo della Camera alta in programma per il prossimo weekend, con ripercussioni sulla sua leadership e sui tentativi di tagliare l'enorme debito pubblico del paese.

Il Partito Democratico del Giappone, salito al potere per la prima volta l'anno scorso, quasi certamente resterà al governo indipendentemente dall'esito delle elezioni di sabato, perché detiene il controllo della potente Camera bassa. Il partito però ha bisogno della maggioranza anche alla Camera alta per promulgare le leggi e rendere efficaci le sue politiche velocemente.

Kan, quinto premier giapponese in tre anni, ha fatto della riforma fiscale la sua priorità in campagna elettorale.

L'obiettivo che si è posto per le elezioni è modesto: ottenere almeno 54 seggi su 242, un numero inferiore ai 60 necessari per avere la maggioranza assoluta.

Secondo un sondaggio effettuato dall'agenzia di stampa Kyodo tra il 4 e il 6 luglio, però, il Partito Democratico potrebbe ottenere addirittura meno di 50 seggi, una previsione in linea con quella del giornale Tokyo Shimbun.

"Se otterranno più di 50 seggi, l'amministrazione Kan potrà andare avanti, ma sotto i 50, gli verrà chiesto di prendersi le sue responsabilità", spiega Atsuo Ito, analista indipendente.