Crisi economica colpisce anche lotta alla fame, dice Onu

mercoledì 23 giugno 2010 16:27
 

di Louis Charbonneau

NAZIONI UNITE, 23 giugno (Reuters) - Gli sforzi per ridurre la fame nel mondo sono stati messi a rischio dalla crisi economica, afferma un rapporto delle Nazioni Unite diffuso oggi.

La riduzione del numero di persone che soffrono la fame è uno degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (Mdg) fissati nel 2000, che comprendono tra l'altro il dimezzamento dei poveri, lo stop alla diffusione dell'Aids e l'educazione primaria per tutti i bimbi entro il 2015.

Un rapporto di medio termine sui progressi compiuti per arrivare agli obiettivi risulta denso di luci e ombre, secondo i funzionari Onu.

"I progressi nella lotta alla fame hanno subito l'impatto dei problemi economici in modo più forte (di altri obiettivi)", dice un comunicato delle Nazioni Unite.

"La capacità dei poveri di dare da mangiare alle proprie famiglie è stata colpita consecutivamente dai prezzi alle stelle degli alimentari nel 2008 e dalla caduta dei guadagni nel 2009".

"Il numero di persone malnutrite, già in crescita dall'inizio del decennio, potrebbe crescere a un ritmo più elevato dopo il 2008", dice il comunicato.

Il rapporto di 76 pagine dice che gli obiettivi restano raggiungibili, pur suggerendo che i paesi donatori diano pieno corso alle loro promesse.

"Impegni non metodici, risorse inadeguate, mancanza di concentrazione e responsabilità, e impegno insufficiente per lo sviluppo sostenibile hanno provocato cali (di aiuti) in molte aree".   Continua...