Euro, sondaggi: aumentano i "no" in Svezia e Repubblica Ceca

martedì 15 giugno 2010 13:43
 

PRAGA/STOCCOLMA, 15 giugno (Reuters) - Tempi duri per l'euro in Repubblica Ceca e Svezia, dove aumenta sensibilmente il numero dei contrari all'adozione della moneta unica europea.

Tra i cechi, il numero dei contrari ha registrato un balzo dal febbraio scorso, anche se la maggioranza dei cittadini è ancora favorevole, secondo un sondaggio pubblicato oggi, dopo mesi di agitazione alla periferia della zona euro.

I contrari all'adozione della divisa unica sono saliti al 32,7% dal precedente 22,4%, secondo un sondaggio realizzato nella seconda metà di maggio da Median per il giornale Lidove Noviny.

La Repubblica Ceca, che è entrata nella Ue nel 2004, ha rinunciato all'obiettivo di adottare l'euro entro quest'anno, ma lo scetticismo sui benefici derivanti dall'adozione della moneta è comunque aumentato.

A febbraio i favorevoli all'euro erano il 63,8%, oggi sono il 54,2%.

L'81,5% degli intervistati si sono detti contrari ad aiutare la Grecia ad uscire dalla grave crisi finanziaria.

In Svezia, invece, gli anti-euro sono diventati maggioranza, indica un sondaggio diffuso oggi, passando dal 42% di novembre all'attuale 60%.

Solo il 28% degli intervistati sono favorevoli all'adozione della divisa europea. La Svezia, membro della Ue dal 1995, ha già votato no all'euro al referendum del 2003.