Manovra, magistrati manifestano il 17 giugno

mercoledì 9 giugno 2010 17:26
 

ROMA, 9 giugno (Reuters) - Magistrati, avvocati e amministrativi manifesteranno il prossimo 17 giugno in tutti i tribunali per protestare contro l'impatto sulla giustizia che avrebbe la manovra economica da 25 miliardi del governo.

Lo ha annunciato oggi con un comunicato l'Associazione nazionale magistrati, che nei giorni scorsi aveva già annunciato uno sciopero contro il decreto del governo.

Alle assemblee congiunte, dice la nota, "parteciperanno tutte le componenti del Patto per la giustizia (rappresentanti delle associazioni dei magistrati, dell'Organismo unitario dell'avvocatura, dei sindacati del personale amministrativo)".

Nel corso delle manifestazioni, che inizieranno a mezzogiorno provocando la sospensione delle attività, "verrà evidenziato il grave stato di crisi della giustizia, con tutte le relative disfunzioni ulteriormente aggravate dai tagli operati dalla manovra economica, e sarà sottolineata l'urgente necessità di vere riforme".

Quella varata da Palazzo Chigi, dice la nota, è "una manovra ingiusta, in quanto incide gravemente sul pubblico impiego, senza colpire gli evasori fiscali (già beneficiati da numerosi condoni), i patrimoni illeciti, le grandi rendite e le ricchezze del settore privato; paralizza l'intero sistema giudiziario, screditando e mortificando il personale amministrativo; svilisce la dignità della funzione giudiziaria e mina l'indipendenza e l'autonomia della magistratura".