Grecia promette "pulizia" contro politici corrotti

sabato 15 maggio 2010 11:57
 

ATENE, 15 maggio (Reuters) - Il governo greco ha promesso di eliminare la corruzione tra i politici per riconquistare la fiducia della gente, ma non vuole destabilizzare la vita politica del Paese, alle prese con la crisi del debito che ha indebolito l'euro.

La Grecia è stata scossa da una serie di proteste contro le misure adottate dal governo per tagliare il deficit. Una delle prime cose che la gente chiede è un giro di vite contro i politici corrotti, a cui attribuisce la responsabilità della crisi.

"Quello che la gente vuole, e il governo certamente condivide questo desiderio, è una pulizia sia a livello politico che sociale, in modo che ... torni la fiducia", ha detto il portavoce del governo George Petalotis in un'intervista pubblicata oggi da un settimanale.

Per decenni i greci hanno tollerato la corruzione endemica. Ma la crisi attuale ha spinto il governo a un piano di austerità per poter avere 110 miliardi di euro da Ue e Fmi.

"Il clima è tale che il governo non ha altra scelta che andare avanti con la lotta all'evasione fiscale e fare pulizia in politica", ha detto a Reuters Konstantinos Routzounis, a capo della società di sondaggi Kappa Research.

Sotto il precedente governo conservatore, una serie di scandali hanno scosso il Paese. I risultati di due importanti indagini condotte da commissioni parlamentari dovrebbero essere presentati tra la fine del mese e giugno.