Crisi Ue, Frattini crede nuovo governo Gb rivedrà no a garanzie

lunedì 10 maggio 2010 15:42
 

ROMA, 10 maggio (Reuters) - La decisione di Londra di non sottoscrivere l'impegno sulle garanzie bilaterali dagli Stati dell'euro nell'ambito del pacchetto anti-crisi è stata dettata da questioni di politica interna e dovrebbe "riassorbirsi" con la formazione del nuovo governo britannico. Lo ha detto oggi il ministro degli Esteri Franco Frattini.

"(La Gran Bretagna) ha voluto, per una questione di politica interna..., dare quel segnale. Io credo, e me lo auguro fortemente, che verrà riassorbito nella futura collaborazione che il nuovo governo avrà" con le istituzioni dell'Ue, ha detto Frattini a Sky.

"E' chiaro che senza Londra non possiamo pensare che ... l'Ue possa progredire e diventare più forte. Noi abbiamo bisogno di tutti", ha aggiunto il ministro.