Crisi Grecia,Pangalos: possibile Portogallo sia prossima vittima

lunedì 5 aprile 2010 13:23
 

LISBONA, 5 aprile (Reuters) - I problemi finanziari vissuti dalla Grecia potrebbero estendersi nella zona euro, e il Portogallo potrebbe essere la prossima vittima. Lo ha detto il vicepremier greco Theodoros Pangalos.

Pangalos - il quale di recente ha accusato la Germania di non aver risarcito in modo adeguato il suo Paese per l'occupazione durante la Seconda guerra mondiale - secondo il giornale portoghese Jornal de Negocios ha detto che la posizione tedesca nei colloqui con la Grecia si è basata su un "approccio morale, razziale" e sull'idea che i greci non lavorano abbastanza.

In un'intervista al giornale, Pangalos ha detto che il Portogallo non dovrebbe restare neutrale sulla questione dell'aiuto Ue per i membri in difficoltà dopo che i leader si sono accordati su una rete di protezione finanziarie per la Grecia lo scorso 25 marzo.

"Voi siete le prossime vittime... Spero che non accada e che la solidarietà prevalga e che si trovi una via d'uscita a questa escalation. Ma se questo non succede, la prossima probabile vittima sarà il Portogallo", ha detto il vicepremier greco.

Alla domanda se pensi che la crisi possa allargarsi nella zona euro, Pangalos ha risposto: "Sì, certamente".

"E' accaduto a noi adesso perché siamo in una situazione peggiore, ma potrebbe accadere anche in Spagna e Portogallo".