Ispettori Ue hanno chiesto ulteriori misure a Grecia - ministro

domenica 28 febbraio 2010 15:02
 

ATENE, 28 febbraio (Reuters) - Gli ispettori Ue hanno detto alla Grecia durante la loro visita della settimana scorsa che la nazione non raggiungerà i suoi obiettivi di riduzione del deficit e ha bisogno di mettere in atto nuove misure. Lo ha detto oggi il ministro dell'Economia, Louka Katseli.

"Ci hanno detto che le nostre previsioni del Pil non erano giuste, che la recessione sarà più profonda, e che dovremo fare altri tagli della spesa", ha detto Katseli alla tv di stato greca Tv Net.

"Il loro secondo appunto è che i mercati non sono convinti, e quindi c'è bisogno di ulteriori misure per convincerli".

Katseli ha detto che il team dell'Unione Europea, che ha ispezionato gli sforzi disposti dalla Grecia per ridurre il deficit al 12,7% del Pil, in vista della scadenza fissata dalla Ue a marzo, è stato convinto almeno da un fatto, cioè dall'incorporazione dei fondi Ue.

Le autorità di governo hanno detto la settimana scorsa che gli ispettori Ue avevano chiesto misure addizionali per 4,8 miliardi di euro, motivate da una recessione più profonda, da un minore assorbimento dei fondi Ue, da maggiori interessi sul debito e dalla sovrastima dei proventi derivanti dalla lotta all'evasione fiscale.